Camper.it

Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze: per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di
CamperOnLine
in collaborazione con il network campeggi.com

Borgogna - Agosto 2017

Una settimana "divina"

Pubblicato da nido il 24/01/18

Francia: Borgogna
Periodo viaggio 13/08/17 il 18/08/17

BORGOGNA in TOUR                            13 – 18 agosto 2017
 
VIMERCATE – BOURG EN BRESS  ( Km. 509 )
Parcheggio camper  gratuito antistante la Cattedrale.
Il Monastero Reale di Brou, ( visita euro 8 ) costruito all’inizio del XVI secolo, fu voluto da Margherita d’Austria, figlia dell’imperatore Massimiliano I d’Asburgo, per perpetuare l’amore verso il suo defunto sposo Filiberto il Bello. Questa chiesa sconsacrata ha un interno armonioso che si raggiunge passando per una porta d’ingresso rinascimentale riccamente decorata e possiede le tombe di Margherita di Borbone, di Filiberto il Bello e di Margherita d’Austria.

BOURG EN BRESS – MACON  ( Km. 37.9 )
Parcheggio supermercato oltre il ponte.
Macon si trova sulle rive del fiume Saone e il ponte Saint Laurent con i suoi archi è una specie di simbolo di questo luogo. Passeggiando per la città si scoprono : la Maison de Bois, la più antica casa  che fu costruita tra il 1490 e il 1510 e la cui facciata è stata interamente realizzata con pannelli in legno decorati con statuette dalle forme bizzarre, la Residenza Soufflot con la ruota dei bambini abbandonati, il Municipio del settecento, la chiesa di Saint Pierre, la Piazza “ aux Herbes “, la chiesa di San Vincent e l’Hotel Dieu  con l’antica farmacia originale del XVIII secolo.

MACON – CLUNY  ( Km. 22.8 )
Parcheggio : Rue Porte de Paris, 10 stalli , vicino all’abbazia ( N.46.434115  E. 4.662648 )
La cittadina si è sviluppata intorno alla celebre abbazia benedettina fondata nel 910 dal duca Guglielmo I detto il Pio. L’abbazia assunse la regola di San Benedetto e crebbe nel tempo fino a diventare simbolo e modello per la vita religiosa in quei secoli. I monaci costruirono in diverse fasi quella che era la più grande chiesa della cristianità fino a quando la Basilica di San Pietro a Roma fu costruita nel XVI secolo. La visita dura in media 2 ore, costo euro 9.50 con audioguida.

CLUNY – TOURNUS ( Km.32.4 )
Parcheggio Quai de la Marine ( gratuito, colonnina carico, scarico e elettricità a pagamento )N.46.567399  E. 4.911205, vicino al fiume, tranquillo, pista ciclopedonale.

TOURNUS – CORMATIN ( Km.19.9 )
Parcheggio gratuito del castello.
E’ un elegante castello seicentesco con una ricca pinacoteca e un grande giardino con fossato. L’ originalità della visita : danno una cartelletta con spiegazioni in lingua a chi non è francese. ( apertura 10-12 e 14-17.30 costo euro 10 )

CORMATIN – BEAUNE (Km- 63.7 )
Area sosta camper gratuita : Avenue Charles de Gaulle, vicino al centro, N. 47.01743  E. 4.83646
Capitale dei vini di Borgogna, la città di Beaune fu un’altra residenza dei Duchi. Passeggiando per le sue strade acciottolate fiancheggiate da case medievali si giunge a Place Monge dove spicca una torre del XIII secolo, ma il monumento principale è l’Hostel Dieu, un ospedale per i poveri costruito per volontà del cancelliere Nicolas Rodin e di sua moglie a metà del XV secolo. L’ edificio in stile gotico fiammingo ha un curioso tetto colorato di piastrelle geometriche e un grazioso cortile. (visita euro7.50 con audioguida) Continuando la passeggiata a nord dell’Hotel Dieu si incontra la Collegiata di Notre Dame che viene chiamata la “ Figlia di Cluny “ perché ricorda lo stile dell’architettura di Cluny.

BEAUNE – DIGIONE  (Km. 47 )
Area camper c/o Camping du Lac, Boulevard Chainoine 3, 16 posti, euro 10  ore 24, di fianco al fiume e alla pista ciclopedonale che arriva in centro.  N. 47.32125  E. 5.01090
Durante il medioevo Digione era la capitale del ducato di Borgogna e i duchi vissero in eleganti palazzi che ancora colpiscono per la grazia e l’eleganza delle loro facciate. L’attrazione principale resta il Palais des Ducs, nel cuore del centro, dove in un’ala dello stesso edificio si trova il Museo delle Belle Arti. Un altro museo è il Museo Magnin che raccogli dipinti francesi. La più importante chiesa è l’Eglise Notre Dame costruita nel XIII secolo : l’esterno spettacolare con i suoi numerosi doccioni mostruosi contrasta con l’interno molto più sobrio dove si nota una Vergine Nera del XI secolo. All’apice della torre sud è presente il Jacquemart, un orologio animato da 4 automi. Gli abitanti di Digione hanno l’abitudine di accarezzare la civetta scolpita in un contrafforte esterno alla chiesa. Secondo una tradizione locale accarezzandola con la mano sinistra, la parte dove si trova il cuore ed esprimendo un desiderio questo si avvererà. Sempre da qui parte un percorso guidato a terra da alcune mattonelle d’ottone con l’incisione della civetta che portano alla scoperta dei luoghi più caratteristici della città.  Un altro esempio dell’architettura gotica è la Cattedrale di Saint Benigne costruita tra il XIII e il XIV secolo che custodisce nella cripta la tomba del santo.

DIGIONE – FLAVIGNY SUR OZERAIN  (Km.62.1 )
Parcheggio sterrato all’ingresso del paese  N.47.510570  E. 4.528474
Qui sono state girate le scene del film “ Chocolate”: infatti si può vedere la location della cioccolateria, davanti alla chiesa, peraltro segnalata da una targa all’ingresso. Flavigny è conosciuta anche per la produzione dei famosi bon bon all’anice “ Les Anis de Flavigny “ dal 1591.

FLAVIGNY SUR OZERAIN – ABBAZZIA di FONTENAY- Comune di Montbard (Km.24)
Parcheggio gratuito di fronte all’abbazia  N.47.639111  E. 4.388064
Apertura tutti i giorni dalle 10 alle 18 ( da pasqua a ognissanti ) , resto dell’anno 10 – 12   e 14 – 17, costo euro 10
L’ Abbazia di Fontenay è stata fondata da Bernardo nel 1118 ed è una delle più antiche  abbazie cistercensi create dopo Citeaux nel 1098. Oggi appartiene alla famiglia Aynard e fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. E’ situata nel comune di Montbard in una piccola e boscosa valle a 60 chilometri a nordovest da Digione e ha raggiunto un alto stato di prosperità nel corso del XII e XIII secolo. Si dice che prenda il nome dalla parola latina “ fontana “ perché qui intorno c’erano moltissimi fiumi e corsi d’acqua. I monaci si dedicarono a uno stile di vita assai semplice, seguendo le regole di San Bernardo e questo spiega perché questo monastero, se pur ricco, non avesse particolari decorazioni in modo da sottolineare l’umiltà  della vita monastica. La chiesa è una delle più antiche di origine cistercensi sopravvissute in Francia. Da non perdere il bellissimo chiostro e i giardini progettati per la preghiera e la meditazione.

FONTENAY – AUXERRE  (Km.77 )
Parcheggio  Quai dell’Ancienne Abbaye, in riva al fiume Yonne, vicino al centro raggiungibile tramite un ponte,  N. 47.79666  E. 3.57772.
E’ una vivace città sulle colline sopra le rive del fiume Yonne. La parte più antica della città con eleganti viali e case storiche ha preservato il suo fascino. Il monumento religioso  più importante è la Chiesa di Saint Germain che ha una cripta di epoca carolingia e una serie di affreschi del IX secolo che impreziosiscono la zona intorno alla tomba del santo. Un altro luogo da visitare è la cattedrale di Saint Etienne che risale al XIII secolo ed è costruita sulle fondamenta di una cattedrale romanica. La torre è alta 65 metri e mostra una ricca decorazione mentre l’interno è un trionfo di capitelli e vetrate. Sempre all’interno è possibile vedere un affresco raro , unico esempio conosciuto di un Cristo in sella a un cavallo bianco. Nel cuore della zona pedonale è situata la Torre dell’Orologio, precedentemente chiamata rotondo Gaillarde, in stile gotico fiammeggiante e costruita nel XV secolo. Il quadrante mostra con aghi originali ore lunari e solari.

AUXERRE – VEZELAY  ( Km.50.8 )
Parcheggio a pagamento Route d’Avallon  N.47. 462060  E.3.743525  ( 1 ora 2 euro metà giornata 4 euro )
Circondato da antichi bastioni il villaggio si erge in cima ad una collina che domina la catena dei monti di Morvan. Annoverato come uno dei più bei villaggi della Francia Vezelay affascina con i suoi scorci dove le case rinascimentali si confondono intorno alla basilica romanica, tutelata dall’Unesco, fondata nel XII secolo all’inizio della Seconda Crociata. Questo luogo era una tappa dei pellegrini che seguivano la via per Santiago de Compostela in Spagna ma ancora oggi viene visitata da molti pellegrini. La basilica è dedicata a Santa Maria Maddalena perché intorno al 1500 i monaci sostennero di possedere le reliquie  portate dalla Terra Santa da san Badilo. Da quel momento i prigionieri che erano stati liberati iniziarono a portare le loro catene come offerte votive e in seguito furono fuse e riforgiate come cancellata in ferro battuto posta sull’altare. Dal 1993 la gestione della basilica, per gli aspetti culturali e religiosi, è affidata alla Fraternità Monastica di Gerusalemme. I monaci e le monache assicurano le visite durante tutto l’anno e vivono del loro lavoro part-time per preservare la loro vita contemplativa.

VEZELAY – PARAY LE MONIAL  ( Km. 172 )
Parcheggio Parc du Moulin Liron, Boulevard du Dauphin Louis  N. 46.44795  E. 4.11995 , in centro, pista ciclabile Canal du Centre, carico a pagamento, scarico gratuito
Nel monastero della Visitazione nel secolo XVII Margherita Maria Alacoque avrebbe avuto delle apparizioni di Gesù in seguito alle quali sarebbero nate la festa del Sacro Cuore di Gesù e la pratica devozionale dei primi nove venerdì del mese. Per questo la località è nota come “ città del Sacro Cuore di Gesù “.La basilica fu edificata nel XII secolo e possiede un interno che per la sua delicata eleganza era conosciuta nel medioevo come “ La promenade des Angles “.

PARAY LE MONIAL – LA GRANDE MOTTE (km 424)
Qui finisce il nostro giro in Borgogna, Ci siamo presi una settimana di riposo e abbiamo diretto il camper verso il mare e precisamente in località La Grande Motte (nella piccola Camargue). Non prima però di incorrere in una spiacevole avventura.  Durante questo spostamento sull’autostrada vicino ad Orange abbiamo avuto 2 inconvenienti: è scoppiata la ruota posteriore destra del camper con rottura e perdita del copriruota  e hanno tentato di entrare nel camper durante la notte (eravamo parcheggiati in una grande area di servizio dell’autostrada) forzando la serratura della porta.  Per il primo abbiamo chiamato il 112 che con il carroattrezzi hanno trasportato il mezzo in un’officina della zona e sostituito la ruota, mentre per il secondo non sono riusciti ad entrare perché all’interno c’era un’ulteriore chiusura di sicurezza e noi ci siamo accorti dei rumori sospetti.

LA GRANDE MOTTE – SAVINES LE LAC  (Km.303)
Area camper Avenue du Faubourg 1,  carico, scarico e corrente,  N.44.52520  E. 6.40078, ben posizionata, vista lago di Serre Poncon.

SAVINES LE LAC – VIMERCATE ( km 323)
Rientro a casa. Anche questa è fatta!

Simona e Renato
Camper.it, il sito del camper style con le migliori proposte per viaggiare in camper e le più convenienti offerte per le vacanze:
per fare di ogni viaggio una vacanza riuscita!

Un servizio di CamperOnLine e Koobcamp S.r.l.
Copyright © Net Surfing S.r.l. 1998-2018 - P.Iva 06953990014

Contattaci Contattaci per maggiori informazioni